12 giu 2020

La terra inabitabile

"Il cambiamento climatico e' quello che il teorico Timothy Morton chiama un "iperoggetto": un'entita' concettuale cosi' vasta e complessa che sfugge a una comprensione vera e propria (un altro esempio di iperoggetto e' Internet)".

"L'incertezza e' una delle meta-narrazioni piu' importanti che il cambiamento climatico introdurra' nella nostra cultura nei prossimi decenni: una preoccupante mancanza di chiarezza su come sara' tra dieci o vent'anni il mondo in cui viviamo".

"Per un certo periodo di tempo eravamo giunti a credere che la civilta' procedesse nell'altra direzione, quella di rendere le cose impossibili dapprima possibili e poi stabili, parte di una routine quotidiana. Con il cambiamento climatico, invece, ci siamo spostando verso la natura, verso il caos, in un nuovo regno che sfugge a ogni analogia con le esperienze accumulate nel corso della storia".

"Un singolo incendio boschivo in California puo' annullare completamente le riduzioni di emissioni ottenute, nello stesso anno, grazie alle attive politiche ambientaliste dello stato".

"Con una CO2 a 930 ppm (piu' del doppio del livello attuale), le capacita' cognitive si riducono del 21 per cento".

"Alcuni storici ed economisti ... hanno cominciato a sostenere che l'intera storia della crescita economica che ha preso il via ... nel XVIII secolo non sia il risultato dell'innovazione ... ma semplicemente il frutto della nostra scoperta dei combustibili fossili".

"Gli economisti si sono chiesti negli ultimi decenni perche' la rivoluzione informatica e Internet non hanno portato a significative crescite di produttivita' nel mondo industrializzato".

"E poi ci sono i costi per la cura dei disturbi mentali, ancora piu' incredibili. Il clima influisce sia sull'insorgenza che sulla gravita' delle depressioni".

"E' piu' facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo, ha scritto il critico letterario Frederic Jameson".

"E' per questo che rinnovare il capitalismo in modo che smetta di incoraggiare l'estrazione di combustibili fossili puo' sembrarci piu' improbabile che spruzzare zolfo in aria arrossando il cielo, per raffreddare il pianeta di un paio di gradi".

"Probabilmente questa e' anche una spiegazione per l'attuale malcontento a livello politico: la percezione che sia in corso una pressoche' totale ristrutturazione del mondo che pero', per quanto possiamo essere entusiasti di Netflix, Amazon, Instagram e Google Maps, ci lascia piu' o meno nella condizione in cui eravamo prima".

"Il consumo consapevole e il benessere sono entrambi scappatoie, che nascono dalla promessa di fondo fatta dal neoliberismo: che le scelte dei consumatori possano sostituire l'azione politica".

"L'epico periodo, un tempo bollato come "preistoria", copre in realta' il 95 per cento della storia umana. Per tutto quel periodo, gli uomini hanno abitato il pianeta senza lasciare tracce significative".


1 mag 2020

acquistare da vodafone

Che poi uno si dimentica di quanto pessima sia l'esperienza di acquisto.

Il giorno 28 aprile attivo online offerta con saponetta wifi.
Il giorno 29 Vodafone mi manda email e sms dicendomi che la saponetta è in consegna e di tracciare la spedizione sul loro sito.
Il sito Vodafone mi dice che c'è un problema con la spedizione e di chiamare il 190.
Chiamo il 190 e dopo un interminabile menù parlo con un operatore che mi dice di non preoccuparmi, che causa covid le consegne sono un po' in ritardo ma tra pochi giorni arriverà.
Il giorno 30 mi viene recapitata la saponetta.
La documentazione nel pacco dice che per attivare la sim è necessario rispedire, via posta, due moduli. Il ritiro della busta va prenotato tramire il sito di SDA.
Vorrei parlare col 190 per chiedere se per caso, visto che siamo nel 2020, posso restituirgli i moduli via email. Il servizio Vodafone "ci penso io" consiste nel mandare un sms con scritto "chiamami" per essere richiamato. Lo faccio. Non mi richiamano.
Nel frattempo, cerco di utilizzare il sito SDA, che fallisce in continuazione e mi chiede dati che non sono presenti nella documentazione Vodafone.
Chiamo quindi il 190 dal cellulare. Appena raggiungo un operatore, cade la linea.
Chiamo il 190 dal fisso, non c'è modo di parlare con un operatore.
Richiamo il 190 dal cellulare. L'operatore dice che mi farà richiamare dal reparto addetto alle attivazioni.
Gli operatori Vodafone dicono che l'azienda potrà richiamarmi per esprimere un parere sul loro servizio.
Vodafone mi manda via mail una fattura di 1 euro per l'attivazione del servizio.
Alla sera, mi arriva un SMS dicendo che la SIM è stata attivata. Magia. L'invio postale non è più necessario?
Ovviamente la saponetta non funziona ancora - mi domando come faccia l'utente medio a districarsi.
Io mi collego al wi-fi della saponetta. Mi collego all'interfaccia di amministrazione della saponetta stessa, negli sms ricevuti trovo il codice per completare l'attivazione. Vado su vodafone.it e completo la registrazione al servizio fai-da-te. Saponetta attiva.

La documentazione Vodafone:



Il sito vodafone.it:


Il sito SDA per prenotare il ritiro:
Il sito Vodafone Fai da te dopo aver registrato il numero di telefono:

Il sito dopo aver provato a riaggiungere il numero:

27 apr 2020

impossibilità

Non importa per quanti secoli continueremo a usare Internet, qua in Italia non riusciremo mai a farlo correttamente.
Acquisti online Il Gigante: