02 lug 2007

Opinione pubblica - Azione individuale

..."durante la crisi della mucca pazza la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha introdotto delle norme restrittive per limitare la diffusione della malattia; gli industriali della carne in scatola hanno resistito per cinque anni, dichiarando che sarebbe stato troppo costoso applicare quelle norme. Ma quando McDonald's ha richiesto che i suoi fornitori si attenessero a quelle regole, dopo che le sue vendite al dettaglio erano precipitate, l'industria della carne si e' piegata nel giro di poche settimane. [...] Il compito del pubblico e' di identificare quali tratti della catena di rifornimento e distribuzione sono sensibili alla pressione pubblica. [...]
Alcuni lettori potrebbero essere delusi o indignati da questa mia idea, cioe' che siano gli stessi consumatori e l'opinione pubblica i primi responsabili del comportamento dannoso delle imprese. [...]
Il mio punto di vista sembra ignorare l'imperativo morale che anche le imprese debbano seguire principi virtuosi, anche quando tale condotta moralmente responsabile intacchi i loro profitti. Preferisco invece ricordare che storicamente, in tutte le societa' complesse [...] la funzione regolatrice del governo e' sorta e si e' dimostrata indispensabile proprio per far rispettare certi principi morali. Appellarsi ai principi e' un primo passo necessario per portare a comportamenti virtuosi, ma da solo non e' sufficiente. [...] Le industrie sono cambiate quando la gente ha cominciato a chiederlo a gran voce, oppure quando ha premiato i marchi che adottavano pratiche virtuose e certificabili, o boicottato gli altri."

da "Collasso" di Jared Diamond

Nessun commento: