Jan 9, 2008

la telenovela

...sempre perche' dicono che bisogno usare linux invece di windows: bello soddisfatto del mio OpenSuse, ieri volevo sostituire il windows manager Gnome con Xfce, che promette di essere molto piu' veloce e quindi adatto al mio P3.
Xfce offre un installer grafico per facilitare l'installazione, che altrimenti consisterebbe in una lunga lista di pacchetti e relative dipendenze, oltre alle necessarie configurazioni manuali.
Per avviare l'installer e' comunque necessario installare alcune librerie non presenti nel sistema, e per far questo bisogna configurare correttamente i software repositories di Suse. L'installer va lanciato come superuser. Inutile dire che i log dell'installer non sono tra i piu' chiari nell'indicare quali componenti mancano: ho dovuto fare diversi tentativi, in quanto, ad esempio, il log mostra la mancanza della libreria glib e quando la si installa si scopre che manca anche il gcc, che in realta' precedentemente sembrava riconosciuto con successo... insomma cose del genere.
Quando finalmente riesco a lanciare l'installer, arriva la successiva lista di dipendenze e librerie mancanti. Qui andiamo un po' meglio, perche' il software indica le librerie abbastanza chiaramente e non e' difficile scaricarle tramite Yast, anche se naturalmente spesso e volentieri i nomi non corrispondono esattamente.
Scaricate tutte le librerie necessarie, finalmente l'installer mi fa proseguire, solo per scoprire, all'inizio dell'installazione di Xfce, che manca anche il GNU Make. Ma non l'aveva controllato all'inizio?!??! boh. Installa il GNU Make, riavvia l'installer e finalmente, in sole due ore, ho iniziato l'installazione di Xfce.
L'installazione gentilmente mi avverte che potrebbero volerci ore, e di andare a farmi un giro.

Torno al pc dopo circa un'ora e mezza e trovo l'installazione bloccata, dopo aver installato correttamente diverse altre componenti, sulla configurazione dei "Volume control": giuro.

Rimane sempre valida l'ipotesi che io sia un asino. Ma, di nuovo, la documentazione, la gestione degli errori, la facilita' d'installazione e d'uso di Windows sono semplicemente di un altro pianeta rispetto a Linux, e bisogna avere l'onesta' di riconoscerlo. Ho ricevuto ieri l'ennesimo proclama via mail dei linuxari che annunciano "10 ottime ragioni per usare linux nel 2008": ok, Linux e' gratis e non contiene stupidaggini tipo DRM o Trusted Computing, ma ora come ora questi mi sembrano gli unici argomenti in suo favore. Se si parla di usabilita' non c'e' gara. Sulle prestazioni, vi sapro' dire dopo aver installato Xfce. :-(

No comments: