21 mag 2008

18 mag 2008

eh ma che culo!



Pioggia e 20 di massima... per essere Barcellona a Maggio speravo meglio! (Comunque in valigia metto solo magliette: secondo me Yahoo e' troppo pessimista).

dritto all'inferno

The Dark Visitor conferma: un hacker avrebbe aperto alcuni conti correnti sui quali e' riuscito a deviare le donazioni destinate alle vittime del terremoto. In effetti sui media italiani non c'e' traccia della notizia.

17 mag 2008

croce rossa

Il blog The Dark Visitor sostiene oggi che il sito della Croce Rossa cinese e' stato hackerato e che la notizia ha avuto grande risalto in Cina.
Cosi' a occhio ora il sito sembra in piedi. mah.

16 mag 2008

Dolce Italia

A volte, quando sono all'estero, specialmente in paesi "meteorologicamente svantaggiati" come ad esempio l'Inghilterra, mi torna in mente quella canzone di Eugenio Finardi che dice

A Boston c'é la neve e si muore di noia
urla tristi di gabbiani sull'acqua della baia
gente dalla pelle grigia che ti guarda senza gioia
tutti freddi e silenziosi chiusi nella loro storia

Ma in Italia oh dolce Italia
in Italia é già primavera
in Italia oh dolce Italia
la gente é più sincera, la vita é più vera

Che la gente sia piu' sincera e la vita piu' vera, in effetti non saprei dire. Ma almeno meteorologicamente, in Italia e' quasi sempre "gia' primavera", e non e' una cosa da poco.
Stamattina, ultimo giorno in UK prima di tornare a casa dopo una settimana di nubi nere e pioggerella, mi sono messo la mia maglietta del Lexington Farmers' Market manco dovessi andare in spiaggia, solo al pensiero di poter tornare a casa, dove e' "gia' primavera". Senza contare che il mio aereo stasera atterra alle 22.30 e le previsioni del tempo sono queste:


M'e' anche venuto in mente che vorrei riascoltare un po' di Finardi.

14 mag 2008

buona domanda

Dalla newsletter di Internazionale, che cita El Pais:
"Il premier rumeno Calin Popescu Tariceanu ha criticato, inoltre, le autorità e le forze dell'ordine italiane, che hanno permesso che "a Roma e in altre città i campi nomadi diventassero focolai di delinquenza". "Perché in Francia e in Germania non è successo nulla di simile?", si chiede Tariceanu."

you moron

E' sempre salutare sfatare i luoghi comuni, compresi quelli positivi sui paesi stranieri. Ad esempio, questo articolo in cui un italiano non riesce a comprare un letto Ikea dimostra che l'idiozia prospera anche in Svezia.
"Do you have a Swedish ID? You'll need one to get a Swedish ID."
Anche i commenti dei lettori sono da leggere.

11 mag 2008

w fica


Qualche giorno fa ho dovuto installare il client Citrix, e Comodo mi ha fatto ricordare quella volta che il mio collega scrisse alla casa produttrice spiegandogli in inglese il doppio senso e suggerendogli di cambiare nome alla dll. Non credo gli abbiano risposto.

9 mag 2008

s'e' rotta internet!

Ho letto ieri con sorpresa (io non m'ero accorto di niente) la notizia su punto-informatico.it di una grave interruzione del servizio fornito dall'Internet Exchange di Milano (tradotto: interrotti gran parte dei collegamenti Internet tra l'Italia e il resto del mondo e tra i vari provider italiani per circa un'ora). Il fattaccio sarebbe avvenuto lunedi' scorso, a causa di un black out elettrico mal gestito.
Fa amaramente sorridere il fatto che, a quanto traspare dai commenti alla notizia, non siamo nemmeno sicuri se il problema sia avvenuto sabato o lunedi'.

8 mag 2008

salva il pianeta, dai!

Recentemente, mi sono appuntato alcuni post blog che offrono intelligentissimi consigli su come salvare il pianeta dalla catastrofe ambientale prossima ventura.
Quando leggo questo tipo di articoli, di solito mi incazzo un po', per due motivi principali: primo, mi fa girare le palle che qualcuno venga a fare la predica all'uomo della strada quando vediamo che, ad esempio, i produttori di automobili non fanno nessuno sforzo per promuovere l'uso delle alternative al petrolio, o che enormi palazzi di uffici vengono lasciati con le luci accese giorno e notte, o che enti statali di ogni tipo sprecano quantita' enormi di energia per riscaldare o condizionare eccessivamente ambienti enormi; e io dovrei comprare la lampadina a risparmio energetico? o farmi le menate prima di fare il bagno perche' spreco tanta acqua? Il secondo motivo e' che spesso questi consigli scadono nel ridicolo, come quando pretendono di insegnarti ad essere rispettoso dell'ambiente garantendoti nello stesso tempo la liberta' (il sacrosanto diritto, direi) di comprare qualsiasi minchiata ti venga in mente, dal condizionatore che usi una settimana all'anno all'idropulitrice che consuma 400 litri d'acqua al minuto. Bisognerebbe avere il coraggio di dire che l'unico vero comportamento "rispettoso dell'ambiente" e' quello di consumare MENO. punto e stop.
Comunque, ecco i link:
Simple & Easy Money Saving Tips For Frugal Living
"we’ll give you 10 quick and easy ways to make annual savings that will add up to quite a substantial chunk of change.[...]"
"Make your lunch - It’s so easy I’m surprised more people don’t do it."
Ma va? anch'io sono sopreso. Attenzione attenzione perche' a questo qui gli danno il nobel per l'economia. Vedasi qualunque macdonalds in qualunque giorno della settimana e ditemi un po' secondo voi qual'e' la tendenza ultimamente.
"Be a late adopter - I know it’s tough to wait until the buzz surrounding the new mobile phone or games console has died down - especially if you’re a techno-geek - but if you can hold back from buying until at least six months after the new technology is launched you could save up to 50%. Let other obsessed geeks drive the price down for you."
Ma perche' invece non cercare di porre un freno al martellamento ossessivo delle pubblicita' che spingono a comprare l'ultimo telefonino solo perche' te l'ha detto Totti?
"Drive better - The Energy Saving Trust reckon you can save almost $200 a year by ‘eco-driving’. Obviously this is applicable to manual cars and it involves changing gear before your engine hits 2,500 rpm, driving smoothly and eliminating the use of your air-con while driving at an efficient speed of around 45-50mph."
Eh giusto... ma invece di dare questi consigli del menga, perche' non dire "lo sai che se invece di quel cazzo di SUV 3000 di cilindrata ti compravi una Panda eri piu' rispettoso dell'ambiente e potevi guidare come cazzo di pare?"
Eccone un altro:
"50 ways to help the planet"
"CHANGE YOUR LIGHT - If every household in the United State replaced one regular lightbulb with one of those new compact fluorescent bulbs, the pollution reduction would be equivalent to removing one million cars from the road."
Beh, ma allora perche' non ci concentriamo direttamente sul far sparire questo milione di auto? Se l'ambiente ci sta cosi' a cuore, la soluzione e' li' davanti agli occhi. Oltre all'inquinamento, avremmo risolto anche i problemi del traffico e del parcheggio. Solita storia: comprati il SUV, ma cambia la lampadina.
"DON'T RINSE - Skip rinsing dishes before using your dishwasher and save up to 20 gallons of water each load."
E se lo tramutassimo in un bel "evita di comprare la lavastoglie, scansafatiche! oltre all'acqua avrai risparmiato anche l'elettricita' e il costo della lavastoviglie stessa". Penso dovrebbero darmi il nobel per la pace per questa pensata.
"HANG DRY - Get a clothesline or rack to dry your clothes by the air."
Una mia amica ha l'asciugatrice. Abita in California. ...hai voglia a salvare il pianeta...
Poi c'e' la categoria della cose che mi fanno incazzare, cioe' le privazioni a cui mi dovrei sottoporre, immagino per bilanciare tutti i cazzo di immani sprechi che l'industria del cibo o dell'energia fa giornalmente: "GO VEGETARIAN ONCE A WEEK" (ma mangiati un bufalo interno il giorno dopo), "Have a no-bath week" (ma consuma una boccetta di profumo a settimana), "SHOWER WITH YOUR PARTNER" (si' spiritosi, eheheh... peccato, mi sono dimenticato di ordinare la doccia a due piazze).
"GO TO A CAR WASH - Professional car washes are often more efficient with water consumption. If everyone in the U.S. who washes their car themselves took just one visit to the car wash we could save nearly 8.7 billion gallons of water."
E che ne dite invece di "comprati una macchina piu' piccola e tienila sporca, come faccio io?"
E per concludere:
"22 cose da fare da oggi in poi"
"Cambia la luce. Sostituisci una lampadina normale con un’altra a basso consumo"
E dagli con le lampadine!
"Climatizzatore. Usalo moderatamente, non installarlo su una parete assolata, e quand’è acceso le finestre vanno chiuse."
Ascolta elbebecius, invece: "Climatizzatore. Non comprarlo. Abiti in Italia, mica all'Equatore. Hai mai fatto caso che ti serve solo due settimane all'anno? Hai mai pensato che se a Milano fa cosi' caldo forse forse e' colpa di tutto sto cazzo di cemento e invece di comprare condizionatori bisognerebbe costruire un po' meno palazzi e avere piu' giardini? Ma d'altronde cosa stiamo qui a parlare? se sei cosi' fesso da accendere l'aria condizionata e lasciare le finestre aperte significa che hai il quoziente intellettivo di un armadillo, e mi scuso col simpatico animale per il paragone offensivo".
"Ai fornelli. Pentole dello stesso diametro della corona dei fornelli, altrimenti si spreca fino a un terzo di calore. E col coperchio! Senza si consuma il quadruplo di gas."
Attenzione, altro pretendente a un premio nobel, questa volta per la fisica: la scoperta del coperchio.
"In macchina meno e meglio. [...] Non partire subito: a freddo “beve” il 50% in più."
Giusto! "Salva il pianeta rimanendo 10 minuti in garage col motore (del SUV) acceso!"

Beh, a parte il sarcasmo: "consumiamo meno" is the name of the game.

4 mag 2008

i soliti pagliacci

Oggi, armati di panini, abbiamo inforcato le bici e ci siamo diretti verso il Naviglio Grande per una pedalata fino ad Abbiategrasso. A Bernate Ticino la sorpresa: a due passi dal negozio che affitta le bici (che continua ad affittare imperterrito) c'e' un bel divieto d'accesso all'alzaia del naviglio, motivato con gli "interventi urgenti" per la messa in sicurezza delle sponde dell'alzaia stessa. Il divieto e' datato Agosto 2007. Talmente urgente.
Ovviamente ce ne siamo strafregati e abbiamo proseguito la pedalata, in quanto naturalmente, oltre a non esserci probabilmente nessun pericolo di cedimento dell'alzaia, le inferriate che dovrebbero bloccare l'accesso sono tutte spostate per lasciar passare le biciclette. Da Bernate ad Abbiategrasso abbiamo incontrato un bel po' di gente in bici, a piedi e sui pattini, due ruspe posteggiate e due-tre punti di lavori "in corso".
Tanto per capire il ritmo dei lavori, dopo una veloce ricerca scopro oggi che gli urgenti interventi, decisi nell'Agosto 2007, sono stati oggetto di una delibera del Dicembre 2007
del comune di Boffalora per l'"Approvazione schema di convenzione tra Regione Lombardia, Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, Comune di Boffalora Sopra Ticino con l'adesione di Navigli Lombardi s.c.a.r.l.". Lavori urgenti ad Agosto, convenzione a Dicembre, due ruspe posteggiate a Maggio.
Per la cronaca, a quanto pare, gli interventi urgenti furono richiesti dai presunti danni dovuti alle onde causate dalle imbarcazioni della navigazione turistica sul naviglio.

Una bella iniziativa turistica che causa danni alle sponde.
Lavori urgenti che durano un anno.
Un divieto che nessuno rispetta.
Altro piccolo riassunto di una nazione ridicola.


View Larger Map

youbute / final

Bon, non una parola ufficiale sul down di Youtube di ieri. Non che siano tenuti a dirci niente, eh! E' solo che Youtube e', se non sbaglio, il quarto servizio Internet per quantita' di traffico generato, che solo verso l'Italia pompa alcuni Gigabit/s di traffico, che e' stato comprato da Google per una montagna di soldi e mi affascina pensare che ieri mattina qualcuno e' arrivato in ufficio nella sede di Youtube, magari era un po' distratto ed e' inciampato in un cavo di rete, o magari ha riavviato per sbaglio il DNS, o magari s'era dimenticato di rinnovare il nome di dominio, come suggerivano su qualche blog. :-)

3 mag 2008

youtube / 5

Il down di youtube oggi e' durato circa un'ora, e a quanto pare ha riguardato l'infrastruttura DNS relativa a www.youtube.com pressoche' a tappeto, anche se a quanto pare non completamente. Non ho trovato commenti "ufficiali" all'accaduto ne' sul blog aziendale di YT, ne' su quello di google. Qualcuno riporta fantomatici portavoce YT che parlano di fantomatici "problemi tecnici interni". mah. Certo che gli azionisti di questa societa', comprata due anni fa da Google per 1,6 miliardi di dollari, che basa tutto il suo business sull'essere accessibile 24/7 ma che va andare offline per "problemi tecnici interni" o perche' un provider pakistano sbaglia ad annunciare una rotta, avranno di che riflettere...
Altro blog a proposito.

youtube / 4

Altri report confermano il down. worldwide.
Sono sicuramente problemi al DNS di Youtube. C'e' chi suggerisce si tratti di un attacco hacker. O forse no.

problemacci

Un commento in questo blog segnala che anche opendns ha problemi a risolvere www.youtube.com.

youtube irraggiungibile

Primi commenti da oltreoceano: "YouTube down, everybody panic".

Youtube ancora offline?

Cose strane. Sembra che Youtube abbia ancora problemi, almeno dalla mia ADSL Alice. Il DNS non sembra in grado di risolvere il nome di dominio, e le mie fonti mi segnalano che il traffico verso l'AS 36561 e' crollato.

ping www.youtube.com
Ping request could not find host www.youtube.com. Please check the name and try again.

Da verificare!

2 mag 2008

dichiarazioni online

L'altroieri sono state rese disponibili online sul sito dell'Agenzia delle Entrate le dichiarazioni dei redditi 2005 di tutti i contribuenti italiani.
Il sito e' diventato quasi immediatamente irraggiungibile a causa dei troppi tentativi di connessione. Si e' levato un coro di proteste da parte di questo o quel difensore della privacy. I dati sono stati rimossi il giorno successivo dietro richiesta del Garante della Privacy, ma nel frattempo erano stati opportunamente copiati e ora sono disponibili su eMule. E' notizia di oggi che una delle ineffabili associazioni sedicenti a difesa del consumatore, il Codacons, ha denunciato il ministro -uscente- Visco per violazione della legge sulla privacy, a quanto riporta l'ANSA. Visco risponde che lui ha semplicemente agito secondo la legge, che prevedeva appunto la pubblicazione di tali dati.
Gia' a questo punto, la situazione si fa ingarbugliata: perche', o Visco mente, o il Codacons sbaglia, o ci sono due leggi dello Stato in conflitto tra loro. Naturalmente i mass media non fanno nulla per chiarire la questione e il cittadino, come al solito, per farsi un'opinione non ha altro a disposizione che un atto di fede in questa o quella campana.

La questione e' delicata. Io ritengo che lo stipendio o le entrate di una persona siano una questione privata, sulla quale uno deve essere libero di poter mantenere la riservatezza. Idem dicasi per indirizzi e dati anagrafici. D'altro canto, sappiamo tutti che l'evasione fiscale e' la norma per gran parte dei commercianti e dei professionisti, e certe proteste suonano un po' ipocrite, soprattutto da chi e' pronto a usare l'argomento del "se non hai niente da nascondere, non hai niente da temere" su altri temi come ad esempio quando si tratta di definire i confini delle attivita' di polizia.

A chiarire la questione, a mio parere, ci pensa, senza volerlo, proprio il Codacons. Citando l'ANSA: "Il presidente del Codacons sottolinea che un articolo della legge del 2005 'vieta espressamente la diffusione delle denunce dei redditi dei contribuenti', ma 'nel caso dei redditi on line e' stata confusa la pubblicita' delle denunce, che nessuno mette in dubbio, con la loro accessibilita', cosa ben diversa'". Questo approccio, secondo me, esemplifica bene lo stato di confusione che regna in Italia. Il presidente del Codacons sostiene che "nessuno mette in dubbio la pubblicita' delle denunce dei redditi", ma che questa viene confusa con la loro "accessibilita'". Questi salti mortali semantici a volte mi fanno venire dei dubbi, specialmente quando non so se sono rincoglionito io o quello che ho letto e' frutto di ignoranza e malafede, e allora sono andato a controllare sul demauro online il significato di "pubblicita'": basso uso: "l’essere pubblico, l’essere accessibile al pubblico"; alto uso: "divulgazione, diffusione tra il pubblico di dati, informazioni, fatti o sim.". A questo punto, mi sembra che pubblicita', accessibilita' e diffusione siano sinonimi, come il buon senso e la mia seppur rudimentale conoscenza dell'italiano mi suggerivano fin dall'inizio. Provo un senso di vertigine al solo cercare di immaginare come, nella mente del presidente del Codacons, possa esistere un concetto per cui qualcosa puo' essere pubblico e contemporaneamente non deve essere diffuso e nemmeno reso accessibile.
Avendo quindi appurato che il baccano sollevato dal Codacons e' dettato da ignoranza o malafede (o entrambe), ne deriva che Visco ha ragione (il Codacons non mette in dubbio la "pubblicita'" delle denunce!), e cioe' che ha agito a norma di legge. Ora, il principio per cui le denunce dei redditi sono pubbliche non e' certo stato inventato ieri, e ne conviene persino il Codacons. Perche' non hanno protestato prima? in quali fondamentali campagne per la difesa dei consumatori erano impegnati? e i giornali, perche' non hanno mai pensato all'eventualita' (evidentemente strampalatissima, ai loro occhi) che dei dati pubblici venissero diffusi? non ci pensano due volte a diffondere nome cognome indirizzo e foto segnaletica dell'albanese che ha investito la vecchietta, ma di pubblicare la dichiarazione dei redditi di Totti non se ne parla nemmeno. e il Garante della Privacy, perche' si sveglia solo ora?
Il cittadino e' lasciato solo a cercare di darsi una risposta a questi quesiti. ed e' comprensibile che a un certo punto rinunci e liquidi il tutto con qualche soluzione grossolana e qualunquista tipo "Prodi l'ha fatto per fare uno sgarbo a Berlusconi" o "tanto sono tutti uguali, tutti dei ladri".

Intanto, qualche dato non puo' fare a meno di emergere, tipo che -sempre secondo l'ANSA- su 40 milioni (40.000.000) di contribuenti "sono poco piu' di 300.000 [...] quelli che guadagnano piu' di 100.000 euro l'anno" o meglio, quelli che dichiarano di guadagnare piu' di 100.000 euro l'anno, e che piu' del 50% dei contribuenti dichiara meno di 15.000 euro l'anno. Al che viene il triste sospetto che tutto lo strepitare dei vari Codacons e compagnia serva solo a distogliere l'attenzione da queste cifre scandalose, che dimostrano ancora una volta che chi puo' evadere le tasse in Italia lo fa pesantemente e senza vergogna, alle spese dei lavoratori dipendenti che invece non possono far altro che pagarsele tutte quante. Questa e' la vera ingiustizia oggi in Italia, ingiustizia contro la quale almeno le vittime (i dipendenti di cui sopra) dovrebbero far sentire la propria voce, invece di votare per quel tizio che disse che gli evasori fanno bene o per quegl'altri che a Roma ci stanno ormai da vent'anni ma gridano ancora "basta tasse basta roma".

1 mag 2008

la soddisfazione del podio



La stagione 2007-2008 della University cup, disputata dalla mia Mazzulai in qualita' di Campione in carica, si e' conclusa con un onorevole secondo posto!
Se solo la coppia Matri-Acquafresca avesse segnato un po' di piu', la vetta della classifica sarebbe stata alla mia portata!Mi consolo col video delle mie previsioni durante il fantamercato, che sta spopolando su Youtube (si fa per dire!).




primavera

Ecco un po' di foto dal mio giardino...



2008 Primavera