04 mag 2008

i soliti pagliacci

Oggi, armati di panini, abbiamo inforcato le bici e ci siamo diretti verso il Naviglio Grande per una pedalata fino ad Abbiategrasso. A Bernate Ticino la sorpresa: a due passi dal negozio che affitta le bici (che continua ad affittare imperterrito) c'e' un bel divieto d'accesso all'alzaia del naviglio, motivato con gli "interventi urgenti" per la messa in sicurezza delle sponde dell'alzaia stessa. Il divieto e' datato Agosto 2007. Talmente urgente.
Ovviamente ce ne siamo strafregati e abbiamo proseguito la pedalata, in quanto naturalmente, oltre a non esserci probabilmente nessun pericolo di cedimento dell'alzaia, le inferriate che dovrebbero bloccare l'accesso sono tutte spostate per lasciar passare le biciclette. Da Bernate ad Abbiategrasso abbiamo incontrato un bel po' di gente in bici, a piedi e sui pattini, due ruspe posteggiate e due-tre punti di lavori "in corso".
Tanto per capire il ritmo dei lavori, dopo una veloce ricerca scopro oggi che gli urgenti interventi, decisi nell'Agosto 2007, sono stati oggetto di una delibera del Dicembre 2007
del comune di Boffalora per l'"Approvazione schema di convenzione tra Regione Lombardia, Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, Comune di Boffalora Sopra Ticino con l'adesione di Navigli Lombardi s.c.a.r.l.". Lavori urgenti ad Agosto, convenzione a Dicembre, due ruspe posteggiate a Maggio.
Per la cronaca, a quanto pare, gli interventi urgenti furono richiesti dai presunti danni dovuti alle onde causate dalle imbarcazioni della navigazione turistica sul naviglio.

Una bella iniziativa turistica che causa danni alle sponde.
Lavori urgenti che durano un anno.
Un divieto che nessuno rispetta.
Altro piccolo riassunto di una nazione ridicola.


View Larger Map

Nessun commento: