17 giu 2008

Lo stato di Internet

Il report sullo stato di Internet di Akamai s'e' rivelato meno interessante del previsto. Oltre a dire poche cose, ben note agli addetti ai lavori, circa attacchi DDoS, cavi tagliati e bgp hijacking, i dati sulla "Internet Penetration" si limitano alle classifiche dei 10 paesi piu' "veloci" secondo le statistiche di accesso alla rete Akamai. Ovviamente, l'Italia non appare in nessuna di queste top 10, se non in quella degli "Unique IP address", cioe' il numero di indirizzi IP diversi visti provenire da ogni paese. L'elenco ha un valore relativo, in quanto ovviamente e' poco adatto a valutare il numero di utenti Internet in un paese, a causa di NAT, anonymizer, eccetera. L'Italia appare al decimo posto, con circa 6,6 milioni di indirizzi IP (il che non significa che ci siano 6 milioni di utenti Internet in Italia). Il report successivo, "Internet penetration" cerca di fornire un dato leggermente piu' utile, cioe' il numero di indirizzi IP diviso per la popolazione totale del paese. Anche qui, non sorprendentemente, i paesi scandinavi (poco popolati e molto avanzati per quanto riguarda le connessioni Internet) appaiono nelle prime posizioni (Svezia 0,4 IP per abitante, Norvegia e Islanda 0,37, Finlandia 0.35); primi tra i paesi di grandi dimensioni sono gli USA, ottavi, con 0,32 IP per abitante. Fatti due conti, l'Italia totalizza uno 0,11.
Per quanto riguarda la penetrazione delle connessioni a banda larga (suddivise in due fasce, sopra i 2Mbps e sopra i 5Mbps) ci sono alcune notizie poco note: ad esempio, forse non tutti sanno che il 64% delle connessioni provenienti dalla Corea del Sud (al primo posto nella classifica) vanno a piu' di 5 Mbps, e la percentuale e' del 21% in Romania e Belgio, rispettivamente in quinta e sesta posizione. In generale, le prime 10 posizioni di queste classifiche sono occupate in gran parte da paesi Europei. Come detto, nessuna traccia dell'Italia nei top 10.
Da notare che la Cina appare gia' al primo posto tra i paesi sorgenti di attacchi, ma non appare ancora in nessuna delle top 10 di penetrazione di Internet. Meditate gente, meditate.

Nessun commento: