Jun 24, 2008

sparare sulla croce rossa

Io probabilmente sono un po' prevenuto e forse anche un po' asino, comunque continuo a litigare col mio Linux e a ritenerlo fondamentalmente inadatto per l'uso "consumer". La mia asininita' questa volta si e' espressa nel voler sostituire uno dei due hard disk del pc. Dopo aver controllato (o almeno cosi' credevo) che il disco che stavo andando a rimuovere non contenesse i file di boot, ho provveduto senz'altro a collegare il nuovo disco e provare il riavvio. Che naturalmente non e' avvenuto. GRUB fallisce e buona notte. Boh, eppure mi sembrava di avere controllato. va beh, saro' io. Siccome appunto sono un asino, e tendo a complicarmi la vita, non ho ripristinato la situazione di partenza rimettendo il disco vecchio e ricontrollando, ma ho cercato di "riparare" la cosa a mano. Avviando in modalita' "repair" dal CD di OpenSuse non aiuta granche', visto che ci si trova semplicemente alle prese con un prompt dei comandi che, sono sicuro, nasconde potentissime utility per ripristinare il tutto, ma che non fornisce uno straccio di indicazione sul da farsi. Naturalmente l'help online non fornisce procedure utili se non forse questa: "How to repair boot manager Grub on opensuse 10.3" che in pratica rimanda al download di SuperGrub. Fantastica e sufficientemente user-friendly utility (ha persino una specie di help contestuale! incredibile!), purtroppo non e' riuscita a risolvere il mio problema. Anche quando ho ricollegato il vecchio hard disk, probabilmente avevo gia' incasinato talmente la situazione che non c'e' stato nulla da fare se non reinstallare da capo.
A questo punto c'e' da dire che l'installazione di default OpenSuse e' andata come un
razzo, e anche il secondo hard disk e' stato riconosciuto dal sistema senza colpo ferire. Ho persino accettato l'opzione di default e ora mi loggo sul mio pc con un utente che non e' root. Ora sono un vero utente diligente di linux.
Le prime grane sono venute col collegamento a Internet. Il pc e' connesso via ethernet ad Alice; sono andato nella schermata di configurazione della scheda di rete, ho impostato il provider, ho "checkato" il pistolino che dice "permetti la gestione di kinternet da utenti non root" e ho cliccato su "Finish".
Cucu', manca la libreria smpppd! vuoi installarla?
Ora forse io pretendo troppo dai computer, ma se uno mi chiede "vuoi installare questa libreria?" mi aspetto che sappia dove andarla a cercare, o almeno ne abbia una vaga idea (tipo chiedermi il cd di installazione), soprattutto se non sei connesso a Internet. Invece no, naturalmente il software si incanta su un interminabile timeout cercando di collegarsi a Internet. Vabbuo', me la scarico da un'altra parte, la copio, installo e via che si va con kinternet! (ma perche' devo installare una roba che si chiama kinternet se sto usando Gnome? mah.)
Ora e' in tutta discesa. A parte il fatto che non c'e' verso di fargli accettare la mia tastiera italiana e nonostante il layout impostato sia quello "IT", continuano a uscirmi i caratteri del layout "US". A parte il fatto che quando lancio Yast per installare del software, ci mette 5 minuti ad avviarsi perche' si rilegge tutti i cacchio di repository consigliati dal sito ufficiale. A parte che mi dice di aver installato Transmission ma in realta' ci sono solo i doc. A parte il fatto che, cosi' a occhio, in generale il mio P3 mi sembra lento tanto quanto lo era con Win2k, a parte si', e' vero, quelle demenziali pause che ogni tanto Windows si prende quando decide che deve leggere in avvio tutte le directory di tutti i dischi mentre gli hai solo chiesto di lanciare notepad. A parte che oggi mi ha detto che c'erano 82 mandatory updates da installare, e allora ho cliccato su Details per sapere di che si tratta, e mi ha presentato una lista di nomi di librerie e nient'altro, e allora ho cliccato "Install" e ha iniziato a presentarmi schermate e schermate di conflitti tra librerie, che ho cercato di comprendere finche' alla quinta finestra ho cliccato su Cancel. Poi ho ricliccato sull'iconcina degli upgrade, gli ho detto subito "Install" invece di "Details" e lui ha installato tutto senza fare beh. Poi m'ha detto che dovevo riavviare al piu' presto. Dopo il riavvio m'ha detto che ora ci sono 183 mandatory updates da installare.

Se uno mi fa il solito discorso che Windows costa un sacco e tutte le solite menate sull'open source e la liberta' e tutti sti discorsi filosofici, io continuo a rispondere che si' e' tutto vero, pero' pagando Windows sto pagando il lusso di poter impostare il layout della tastiera senza trovarmi, all'avvio successivo, domande demenziali del tipo "Il sistema si aspettava il layout "IT" mentre invece hai impostato il layout "IT". Vuoi conservare la configurazione di X oppure quella di Gnome?"
Pero' aMule l'ho installato in 2 minuti eh!

No comments: