09 mar 2009

infrastrutture

Oggi ho ricevuto il mio quotidiano a cui sono abbonato. Ho ricevuto i numeri del: 28 Febbraio, 3 Marzo, 7 Marzo, 9 Marzo.
Mi ha fatto pensare a quei pagliacci che stanziano i miliardi per il ponte sullo Stretto di Messina.

Per sviluppare un paese servono due cose: istruzione e infrastrutture. Invece di costruire ponti sugli stretti, perche' questi buffoni non fanno in modo che, ad esempio, non si formino crateri su ogni strada ogni volta che piove? La scorsa settimana avevo un appuntamento in centro a Milano. Dopo il cavalcavia di Viale Certosa c'era una macchina dei vigili a vigilare i birilli intorno a un grosso buco in mezzo alla strada, alle 8.30 di mattina. La carreggiata era ristretta a una sola corsia. Abbiamo sprecato ore di lavoro dei vigili che avrebbero sicuramente potuto rendersi piu' utili altrove, abbiamo creato un ingorgo, abbiamo inquinato piu' di quanto gia' facciamo, gente e' arrivata in ritardo in ufficio e questo perche'? Perche' ha piovuto. E questa situazione si ripete in migliaia di posti in Italia, decine di volte all'anno. Tanti piccoli sprechi che si sommano.
Se uno deve muoversi per lavoro puo' scegliere tra i voli in ritardo di Alitalia, tra i treni stracolmi e sempre in ritardo, tra le autostrade-trappola come la A4, eccetera. A nessuno viene in mente che la produttivita' del paese ne risente? Uffici in ritardo, gente incazzata, incidenti stradali.

Il fatto che le poste italiane siano inaffidabili e' un luogo comune. Ma perche' bisogna dare per scontato che non sia possibile recapitare un giornale o un plico qualunque in Italia puntualmente nel giro di 24 ore? Nessuno si fida delle Poste Italiane, e' un luogo comune, e' scontato. Quante nuove imprese di vendita per corrispondenza potrebbero nascere e prosperare se si potesse fare affidamento sulle Poste?
Quante nuove imprese potrebbero nascere e prosperare se si potesse fare affidamento su connessioni Internet stabili e veloci? Perche' invece di progettare ponti sugli stretti non si pensa ad assicurare forniture elettriche affidabili senza black-out, strade e ferrovie capillari e in buono stato, telefoni e Internet ovunque?

Nessun commento: