08 set 2009

odio

Qualche giorno fa mi sono ritrovato in aereo con alcuni vicini piuttosto "ingombranti", e ho sfogato cosi' il mio disagio:

Odio la gente, la trovi ovunque vai / odio la gente, non ti lascia in pace mai, non diceva cosi' quella canzone? no? L'ho sempre odiata. Quella voce idiota che cantava quanto fosse bello avere costantemente una massa di cretini tra i piedi.
Naturalmente odio la gente con particolare ferocia quando la trovo in luoghi ristretti, e l'aereo e' dove la odio di piu'.
Odio particolarmente quelli per i quali il resto del mondo non esiste. Quelli che urlano i cazzi loro per tre ore a tutto l'aereo. Quelli davanti a te che non gliene frega un cazzo se sei alto uno e novanta e stai mangiando o lavorando col pc e stravaccano giu' il sedile manco fosse un volo intercontinentale in prima classe. Quelli che si sparano nelle orecchie gli auricolari e ovviamente non sospettano minimamente che la musica di merda che stanno ascoltando gli echeggia nel cranio vuoto e rompe il cazzo a tutti nel raggio di tre file.
Quelli dietro di te che mentre stai cercando di sonnecchiare, per alzarsi ti si aggrappano al sedile tipo Cita di Tarzan, scuotendoti per mezz'ora, andata e ritorno dal cesso. Quelli che ti rovesciano la roba addosso. Quelli che si agitano. Quelli che aspettano che ti addormenti per andare al cesso.
Che rompicazzo, dira' qualcuno. Forse. Pero' io tutte queste cose non le faccio. Gli auricolari li tengo bassi, non abbasso tutto il sedile, non porto trecento borse della spesa i bonghi la vodka le sigarette e la borsa della palestra come bagaglio a mano, la pipi' la faccio prima di salire e grazie al cielo per tre quattro ore la tengo ancora. Insomma, mi sembra di non rompere le palle a nessuno.
Ma quelli che odio di piu' sono quelli a cui non sembra dare il minimo fastidio tutta questa promiscuita' fisica. Quello a fianco che si allarga come se fosse in poltrona a casa sua e praticamente ti mette un gomito in grembo per leggersi il suo libro idiota (si' perche' ho notato che quelli che leggono libri non idioti se ne stanno nel loro sedile e non ascoltano musica di merda negli auricolari). Che se tu ti allarghi uguale e gli ficchi un gomito nelle costole non fanno una piega. Cazzo non siamo mica fidanzati, a me da' fastidio starti appiccicato bicipite a bicipite tutto il tempo. Quelli che allargano le gambe e ti starebbero coscia a coscia per ore se tu non ti spostassi.
A me da' fastidio il contatto fisico di questo tipo con gli estranei. Non so loro come fanno. Non gli do' fastidio? Gli piace avere la mia coscia contro la loro? Mah.

Nessun commento: