Jan 5, 2010

sempre uguali

Era da un po' che nelle varie newsletter di annunci che periodicamente continuano ad arrivarmi non trovavo qualche gustoso annuncio "IT". Non perche' non ce ne fossero di "gustosi", ma proprio perche' non ce n'e', in generale! Si vede proprio che l'economia e' ferma.

Comunque, a rinfrancar lo spirito tra un enigma e l'altro -e a confermarmi che la cretineria non si estingue mai- e' arrivato questo: "1 IT SPECIALIST / SISTEMISTA".

Tanto per cominciare, come dice Portelli, l'inglese "è la nuova forma della semantica dell'eufemismo", e chissa' perche' si deve specificare che l'annuncio e' per un "IT specialist" barra "Sistemista", cioe' tipo se sistemista vi sembra da sfigati, pensatevi come IT specialist. O viceversa. Visto che l'annuncio e' solo in italiano, non si sentiva proprio il bisogno di questo bilinguismo nell'oggetto.
L'annuncio, nella sua brevita', contiene tutti i consueti e stranoti luoghi comuni del "perfetto annuncio IT":

- la prosa magniloquente del markettaro "che dice un po' di tutto e un po' di niente": "Il perché del suo successo è spiegato oltre che dalla qualità dei suoi prodotti, dall’attenzione che l’azienda ha verso i suoi clienti, la continua ricerca di sostanze di nuova generazione che fanno dei prodotti qualcosa di assolutamente unico."

- i requisiti, contrastanti e a 360 gradi, che ruotano intorno ai sacri cardini dell'annuncio IT:
"Con significativa esperienza nel ruolo
ovviamente, l'esperienza e' "significativa"
che si occuperà della gestione del sistema informatico, dell’infrastruttura tecnologica aziendale e sarà da supporto tecnico agli utenti.
i compiti sono incongruenti, gestione e supporto tecnico contemporaneamente, il solito Jean Todt che cambia anche l'olio alla macchina
E' richiesta la conoscenza dei sistemi operativi Microsoft Windows e una capacità di analisi e risoluzione di problemi tecnici tipici di server e workstation.
in realta', cioe', basta appartenere a uno stadio evolutivo superiore ai celenterati
E’ necessaria inoltre la conoscenza del sistema gestionale SAP e la capacità di operare nell’estrapolazione dei dati.
c'e' sempre una richiesta precisa, del tutto avulsa dai requisiti generali prima espressi, che scopre il gioco e fa capire cosa stanno veramente cercando (in questo caso, un poveretto che faccia le query)
Si occuperà anche della gestione dei rapporti con il provider e le società di outsourcing.

cosi', tanto per gradire."

- e poi c'e' sempre -sempre- la chicca finale: "Si offre contratto a tempo indeterminato e retribuzione commisurata all’esperienza ma di sicuro interesse."
MA di sicuro interesse.

Probabilmente, chi ha scritto l'annuncio intendeva qualcosa tipo "anche se non hai la significativa esperienza richiesta, o magari non sei un fenomeno nell'estrapolazione dei dati, magari ci innamoriamo lo stesso di te e ti proponiamo una retribuzione che -nonostante tu sia fondamentalmente una capra- sara' di tuo sicuro interesse. Tanto lo sappiamo che la gente non li legge nemmeno piu' i requisiti negli annunci di lavoro, e siccome veniamo comunque sommersi di CV da gente che non c'entra un tubo, non ci sbattiamo nemmeno piu' di tanto a scrivere cose sensate.". Non so.
Io invece traduco sempre in "ti stiamo offrendo un lavoro del cazzo, dove sarai responsabile di tutto, quello che deve implorare Telecom Italia per far funzionare Internet, quello che deve correre dietro ai consulenti per farli lavorare, quello che deve rispondere agli utenti a cui non funziona il pc, quello che installa le stampanti, quello che fa le query su SAP al posto dietro ordine di un decerebrato che siede dietro una scrivania nell'ufficio marketing, quello insomma che si prende tutte le fregature e nessuna soddisfazione e finira' per capire che l'unica via per la sopravvivenza nel duro mondo dell'IT e' quella di trasformarsi in un temibile cerbero, stronzo coi colleghi, tirannico con gli utenti e leccaculo coi superiori, e nonostante tutto cio' ti stiamo proponendo una retribuzione di sicuro interesse, quindi devi solo ringraziarci."

No comments: