27 dic 2010

Fine della discussione?

C'e' chi dice che questo conclude la discussione sulla Net Neutrality.
A me non sembra che il Report
FCC 10-201 metta la parola fine a un granche', ma almeno si tratta di una presa di posizione da parte di un organismo competente e influente.
Il post di CircleID, che si concordi o meno con le opinioni dell'autore, riporta i link alle maggiori posizioni in merito, e fornisce i puntatori per farsi una cultura (e un'opinione) a riguardo.
In breve, la FCC mette nero su bianco i principi di Trasparenza, No-Blocking e No-Unreasonable Discrimination, permettendo allo stesso tempo le pratiche di Reasonable Traffic Management. Questo per i provider di connettivita' fissa. A mio parere, le cose non vengono chiarite nei dettagli, e questo lascia spazio a future controversie che la FCC si incarica di dirimere. Forse e' il meglio che si poteva ottenere.
Per gli operatori mobili, a parte l'esplicito divieto di bloccare le applicazioni che competono con l'offerta dell'operatore stesso (come ad esempio invece fa Vodafone bloccando -o cercando di bloccare- Skype sugli smartphone), alcune regole sono piu' lasche, in pratica permettendo ai provider mobili di bloccare preventivamente "third-party devices or [...] third-party applications on their networks". Nonostante queste variazioni ad hoc per le reti mobili possano anche essere considerate ragionevoli o accettabili, la premessa per la quale vengono adottate, e cioe' che "Mobile broadband is an earlier-stage platform than fixed broadband, and it is rapidly evolving" mi pare un po' debole.

Nessun commento: