Dec 28, 2010

variante inedita

"wurtsel".

Pizzeria d'asporto Pappaa, Robecco S/N.

Cosa avra' voluto dire?

"Though Italy's judiciary is traditionally considered left-leaning, former PM and FM Massimo D'Alema told the Ambassador last year that the judiciary is the greatest threat to the Italian state."



Intendeva dire che la magistratura e' il maggior pericolo per Berlusconi e magari il suo inglese non e' il massimo e non e' riuscito a spiegarsi, o voleva veramente dire che la magistratura e' un pericolo per lo Stato?

In ogni caso, io propendo sempre per spedirlo su Plutone. Ha fatto quasi piu' danni lui di Berlusconi.

Dec 27, 2010

Fine della discussione?

C'e' chi dice che questo conclude la discussione sulla Net Neutrality.
A me non sembra che il Report
FCC 10-201 metta la parola fine a un granche', ma almeno si tratta di una presa di posizione da parte di un organismo competente e influente.
Il post di CircleID, che si concordi o meno con le opinioni dell'autore, riporta i link alle maggiori posizioni in merito, e fornisce i puntatori per farsi una cultura (e un'opinione) a riguardo.
In breve, la FCC mette nero su bianco i principi di Trasparenza, No-Blocking e No-Unreasonable Discrimination, permettendo allo stesso tempo le pratiche di Reasonable Traffic Management. Questo per i provider di connettivita' fissa. A mio parere, le cose non vengono chiarite nei dettagli, e questo lascia spazio a future controversie che la FCC si incarica di dirimere. Forse e' il meglio che si poteva ottenere.
Per gli operatori mobili, a parte l'esplicito divieto di bloccare le applicazioni che competono con l'offerta dell'operatore stesso (come ad esempio invece fa Vodafone bloccando -o cercando di bloccare- Skype sugli smartphone), alcune regole sono piu' lasche, in pratica permettendo ai provider mobili di bloccare preventivamente "third-party devices or [...] third-party applications on their networks". Nonostante queste variazioni ad hoc per le reti mobili possano anche essere considerate ragionevoli o accettabili, la premessa per la quale vengono adottate, e cioe' che "Mobile broadband is an earlier-stage platform than fixed broadband, and it is rapidly evolving" mi pare un po' debole.

Mi fanno morire dal ridere

Uno come Belpietro mi fa morir dal ridere solo a guardarlo in faccia. Quando poi spara certe panzane e' semplicemente irresistibile.
"
Possibile attentato a Fini [...] l’operazione punterebbe al ferimento di Fini e dovrebbe scattare in primavera, in prossimità delle elezioni, così da condizionarne l’esito [...] Accordo per attribuire l’organizzazione dell’agguato ad ambienti vicini al premier".

Io mi chiedo: ma chi puo' essere cosi' svergognato da mettere in scena un finto attentato a scopi propagandistici?
E poi mi rispondo: ecco chi.

Dec 22, 2010

Security advice

"All URL shorteners are evil, and should never be used by anyone who cares about security."

L'ha detto un mio collega, e concordo al 100%.

Dec 20, 2010

Indovinello

Indovinare su quale giornale e' stato pubblicato il seguente editoriale.

BERLUSCONI SE NE DEVE ANDARE

L'Italia ha bisogno di un nuovo governo per riparare ai danni dell'era Berlusconi.

Il Presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi e' sopravvissuto a un voto di fiducia in Parlamento Martedi' scorso, ma il suo gia' screditato governo non dispone piu' di una maggioranza efficace. Questa non e' una situazione con cui l'Italia puo' convivere troppo a lungo. C'e' urgentemente bisogno di nuovi leader, nuove elezioni e un approccio piu' onesto al governo del Paese.

L'Italia non e' la Grecia o l'Irlanda; il suo deficit e' gestibile e gran parte del suo debito e' in mani italiane. Ma persino prima della crisi finanziaria, i tassi di crescita dell'Italia restavano indietro rispetto a quelli degli altri paesi europei, affondati dalla corruzione dilagante e da una gravosa burocrazia ad ogni livello del Governo. L'Italia ha bisogno di un governo credibile che possa chiedere duri sacrifici alla nazione, pazienza ai creditori e supporto agli altri governi europei.

La principale rivendicazione di Berlusconi era che solo lui fosse in grado di mantenere unite le eterogenee fazioni del centro-destra che, quando in coalizione, formano la tipica maggioranza politica italiana. Ora non e' piu' in grado di fare nemmeno quello. E' un fallimento personale per Berlusconi. Negli ultimi mesi si e' alienato persino gli alleati piu' vicini con una serie di scandali indecenti, spudorati conflitti d'interesse e leggi speciali disegnate per proteggerlo dai procedimenti giudiziari. Che sia vero o meno, come i cablo di Wikileaks riportano, che Berlusconi e' spossato dai festeggiamenti notturni, le sue prestazioni al governo hanno pero' spossato l'Italia, umiliando il dibattito pubblico e indebolendo la fiducia nella Legge.

Tutti i leader politici italiani condividono parte della responsabilita' nel disastro del Paese. Ma Berlusconi e' colui che promise di migliorare le cose. Al contrario, le ha peggiorate. L'Italia ha bisogno di un nuovo governo, coraggioso e sufficientemente credibile per riparare i danni dell'era Berlusconi.

Refuse to be terrorized

Come di consueto, Bruce Schneier ci offre un po' di buon senso riguardo la "minaccia" del terrorismo:

Cita questo: "In truth, the only people who can profit from such a warning are the officials who have issued it in the first place" a proposito dei vaghi "allarmi terrorismo" che ogni tanto vengono diffusi. Il terrorismo non terrorizza piu' nessuno. Serve solo agli interessi economici di qualcuno.

Vi ricordate quando, negli anni '80, veniva dirottato un aereo ogni due mesi? A nessuno, ai tempi, venne in mente di invadere l'Afghanistan o mettere i body scanner negli aeroporti.

Magical thinking: vietare le cartucce di inchiostro.

Refuse to be terrorized.

Una storia demenziale sulle attivita' di spionaggio dell'FBI.

Bonus:
Come fare centomila euro al mese affittando botnet.

Wikileaks: mi stupisce non aver letto da nessun'altra parte questa banale considerazione: "I think the government is learning what the music and movie industries were forced to learn years ago: it's easy to copy and distribute digital files. That's what's different between the 1970s and today. Amassing and releasing that many documents was hard in the paper and photocopier era; it's trivial in the Internet era. And just as the music and movie industries are going to have to change their business models for the Internet era, governments are going to have to change their secrecy models."

Dec 19, 2010

un sacco di grafici colorati

Da Royal Pingdom:

iPhone cala, Blackberry sale.

Confronto tra email e posta.

IE scende, Chrome sale.

REST o SOAP?

Google the king.

L'incredibile crescita di Internet. (prestare attenzione alla scomparsa dell'Italia dalle classifiche)

La velocita' delle connessioni Internet al mondo (prestare attenzione alla posizione dell'Italia nella classifica della velocita' media e nella percentuale di penetrazione delle connessioni > 5 Mbps).

Dec 18, 2010

Il futuro - rassegna stampa

Interessanti articoli, quasi tutti da CircleID:

Il futuro dei nostri abbonamenti dati su 3G e 4G. Personalmente penso che l'approccio degli americani sia comunque meglio di quanto viene fatto tipicamente qua da noi, che e' promettere "flat" rate "illimitati" e poi riempire il contratto di eccezioni e clausole in corpo 4.

Il futuro dell'Internet dei "monopolisti". L'autore dell'articolo fa forse finta di non capire il significato di questa -effettivamente involuta- frase: "The Internet is still relatively young, and we remain in the golden age of these monopolists. We can also take comfort from the fact that most of the Internet's giants profess an awareness of their awesome powers and some sense of attendant duty to the public. Perhaps if we're vigilant, we can prolong the benign phase of their rule. But let's not pretend that we live in anything but an age of monopolies." Per me il significato e' abbastanza chiaro: Internet e' in mano a un'oligarchia di pochi content provider e questo, nonostante tutti i proclami alla "don't be evil", e' preoccupante.

Il futuro di Internet: "The Next Internet Revolution Will Not Be in English".

Il futuro dell'Internet Protocol: "The incumbents will have all the IPv4 space. Thanks for playing". E anche qui. E qui.

Il futuro del DNS. (Notare la posizione dell'Italia).

E per concludere,
invece: "eco, the German ISP association, mentions on its website today that the 100,000th PC was cleaned from infection through its PC cleaning program".

E adesso vediamo.

Mi hanno risposto da Infojobs.

Ciao Marco,
Ci scusiamo per il disagio.
L'email riguardante la cancellazione dell'account è stata inviata erroneamente. La tua registrazione non è stata infatti disattivata come annunciato, ma solo bloccata.

Certo che mandare una mail di rettifica una volta accortisi dell'errore sarebbe stato piu' corretto. Ovviamente io penso che non sia stato per niente un errore.

Se quello che desideri è non ricevere più offerte via e-mail, puoi sospendere l’invio in modo molto facile, come segue: [...]
Se vuoi smettere di ricevere anche le nostre newsletter e promozioni, segui questi passaggi: [...]
Se quello che vuoi è cancellarti definitivamente (considera che per usufruire nuovamente dei nostri servizi dovrai registrarti di nuovo con un’altra e-mail):
1) clicca su “Il tuo account” e poi su “Cancellati”; [...]

Che e' quello che ho fatto.

E adesso vediamo.

Dec 11, 2010

Marketing telepatico

Nell'ambito di una rigorosissima dieta, abbiamo deciso di dare un taglio al consumo di biscotti e preferire il pane tostato.
Oggi vado quindi al supermercato a comprare due confezioni di pane a fette e... mi hanno dato in omaggio una confezione di biscotti!

Diabolico, questo Mulino Bianco!

tutte balle

Oggi ho controllato la mail su un account che non guardo quasi mai. C'erano alcuni messaggi provenienti da Infojobs.it, che mi hanno spinto a contattare il sito. Ecco cosa gli ho scritto:

Gent. Infojobs,
il 21/10 u.s. mi avete inviato una mail dicendo che se non avessi acceduto al sito entro il 28/10 i miei dati e il mio CV sarebbero stati cancellati. Io non ho acceduto, e ho visto le mail solo oggi.
Il 6/11 mi avete inviato gli auguri di buon compleanno. Vi ringrazio, ma... come avete fatto, visto che avete cancellato i miei dati il 28/10?

Vi ringrazio in anticipo per il chiarimento.

Vediamo cosa mi diranno!

Dec 6, 2010

L'updater del Nokia

Ormai mi sono quasi abituato al Nokia E72, anche se la gestione del collegamento a Internet da parte delle diverse applicazioni continua ad essere, semplicemente, scomoda. La cosa a cui non riesco ad abituarmi e' la dimensione e le modalita' demenziali degli aggiornamenti software. Qualche giorno fa, il software di update sul pc mi ha detto che c'era una nuova versione del firmware, poi che c'era una nuova versione del software di update stesso: s'e' aggiornato e poi non m'ha detto piu' niente circa la nuova versione del firmware.
Dopo qualche giorno l'ho rilanciato e toh! s'e' accorto che c'e' un firmware nuovo per telefono:
Il messaggio e' come al solito terroristico: fa' un backup di tutto, che non si sa mai! Manco stessimo upgradando il software di controllo dello Shuttle.

OK, vediamo allora questo update. Piu' di 200 Mega, come al solito. A me sembra pazzesco che per far funzionare uno smartphone ci vogliano 200 Mega di roba, e ancora piu' pazzesco che ad ogni update si debba riscriverli tutti.
Mah!

Dec 4, 2010

Elogio di Nevruz

Io la televisione non la guardo quasi mai. "Quasi" vuol dire che ogni tanto se sono in viaggio all'estero faccio zapping in albergo per addormentarmi, oppure scorgo qualcosa se sono a casa di amici o parenti con la tv accesa. La tv a casa sta li', e serve principalmente per vedere qualche raro dvd o per la Wii.
Quando tempo fa lessi che Elio sarebbe stato uno dei giudici di X Factor mi dissi: "dovro' vederne qualche puntata". Poi ovviamente non ne ho vista nessuna. Fino a quando e' arrivata la serata finale, e sentivo sempre piu' gente parlarne, e menzionare questo Nevruz. E guarda caso, la sera della finale ero in albergo a Belgrado e in tv c'erano una caterva di canali serbi, la CNN, la BBC una tv tedesca, un paio francesi, Lino Banfi su Rai Uno e X Factor su Rai Due, e allora me lo sono guardato, per vedere cos'era sto Nevruz.
Mi sono guardato tutta la puntata, e nei giorni successivi mi sono fatto un riassunto delle puntate precedenti su Youtube. E mi sono sentito un po' come quel personaggio di Caro Diario che non guardava mai la televisione.


Tralascio la descrizione di come funziona X Factor, perche' anche se io me lo sono dovuto ricostruire su Youtube, assumo che tutti quanti lo sappiano. Praticamente questo Nevruz e' un cantante della squadra di Elio. E' "un pazzo" appunto secondo la definizione di Elio.
Ma il tipo di "pazzo" vero, nel senso che non e' un fenomeno costruito dalla trasmissione per interpretare una parte, ma e' proprio uno che si e' presentato al primo provino vestito come una specie di Renato Zero a riposo, con le stampelle perche' s'era fatto male e due teschi su di esse, e ha urlato una canzone dei Nirvana, perche' lui e' una specie di metallaro che dice di essere nato a Caserta e ha un fortissimo accento modenese, ma proprio tipo "turtelén".
Lui e' uno di quei migliaia di musicisti/cantanti che passano la vita in gruppetti sfigati di provincia sognando probabilmente di cantare un giorno a San Siro, facendo finta di non pensare che non ce la faranno mai, semplicemente perche' non ne hanno le "qualita'". Con la differenza, a quanto pare, che quelli come Nevruz ce la mettono tutta lo stesso, a costo di essere sempre a un passo -a un millimetro- dall'essere dei numeri da circo. "Sospeso tra la tragedia e il trionfo", come l'ha definito efficacemente Elio.
La cosa che mi ha colpito vedendo i filmati di Nevruz, rispetto agli altri concorrenti, era il suo approccio totalmente diverso alla competizione. Nevruz era in gara da solo. Non cercava di "apparire" in un certo modo: era semplicemente cosi'. Credo -ma magari sono semplicemente stato ingannato anch'io dalla televisione- di aver colto un certo rapporto speciale tra Elio e Nevruz: gli hanno fatto cantare delle canzoni un po' atipiche (Se telefonando, Noi ragazzi di oggi, anche una roba in spagnolo), l'hanno "usato" per degli sketch irresistibili (tipo quello di Bella senz'anima qua sotto) e, certo, hanno giocato su quel bilico costante tra farsa e trionfo. Pero' io credo di aver colto, nelle frasi costantemente tra il serio e il faceto di Elio, qualcosa di importante: "Nevruz e' quello che ha dato un senso a tutta questa trasmissione" ha detto una volta. Ed e' vero: a quanto ho visto, lui e' stato l'unico fuori dagli schemi, l'unico a proporre qualcosa di inaspettato, qualcosa che ti mantenesse interessato all'esibizione, qualcosa che non fosse solamente un cantante perfettino come gli altri. Quando e' stato eliminato in finale, Nevruz s'e' messo a ringraziare parenti e amici, col suo accento un po' ridicolo, il suo trucco sballato e la sua posa un po' gobba, ed Elio gli diceva "non fare cosi', non e' rock, tieni il personaggio, tieni il personaggio", e mi piace sempre moltissimo questa sua ironia basata su cio' che sembra e cio' che invece e', sull'interpretare un personaggio sul palco ed essere contemporaneamente un essere umano. Perche' Elio ha capito benissimo che Nevruz era una proposta da portare avanti proprio perche' lui e' cosi': metallaro e modenese, rock e sfigato, un artista e un pagliaccio. Un artista nel senso piu' dadaista del termine. Anche qui, come ha detto Elio con quell'aria serissima di uno che sembra che stia facendo finta di essere serissimo: "perche' non potete giudicarlo in base al fatto che abbia stonato o sbagliato le parole, Nevruz e' un artista e come tale va giudicato".


Nevruz in questa trasmissione ha fatto e detto tutto e il contrario di tutto, come d'altronde fanno tutte le persone normali.

rassegna links

Letture affascinanti sui "turchi" a Livorno.

Letture istruttive, soprattutto per certe capre leghiste.

Giornata europea contro le opere inutili. Anch'io sono contrarissimo alle opere inutili. Pero'. Pero' c'e' una "Giornata Europea" o "Giornata Mondiale" a favore o contro qualcosa praticamente ogni giorno, ormai: l'iniziativa mi sembra un po' inflazionata. E poi: se appena appena si inizia a discutere di certi temi, ci si accorge che non e' cosi' facile districarsi tra TAV si', TAV no, principio di precauzione, sviluppo delle infrastrutture, eccetera.

Cos'e'pazz': "terrorismo ecologico e una richiesta di risarcimento danni pari a 50 mila euro. L’accusa arriva dall’azienda di Canale (provincia di Cuneo) Vigolungo SpA, rivolta a Gino Scarsi, primo firmatario della nostra campagna nazionale per lo Stop al Consumo di Territorio [...] Nella citazione, Gino viene accusato di essere colpevole di una campagna contro la Vigolungo finalizzata ad un puro interesse personale; secondo l’azienda, tutte le prese di posizione assunte nella vicenda da Gino sono state dettate da “evidenti e scontati motivi politico-elettorali” e “dall’esclusiva finalità di generare un bacino di consenso attorno alla propria persona anche a costo di generare un vero terrorismo ecologico”"
Mi mancano le parole per descrivere la follia di un'iniziativa del genere. I nostri tribunali sono intasati da cause assurde come questa, dove il prepotente denuncia la vittima, dove il potente denuncia il ribelle. Speriamo che il Tribunale di Alba risponda con la dovuta pernacchia e 'sta cavolo di Vigolungo SpA sia condannata al risarcimento del tempo prezioso sprecato a causa sua.

Commenti al 44mo Rapporto Censis (solo per abbonati): "Per anni abbiamo delegato ai politici più decisionisti, per anni abbiamo abbracciato la fede del leaderismo e della personalizzazione estrema del potere credendo che carisma coincidesse con efficienza; per anni ci siamo fatti sedurre e «indebolire» «dal primato dell'offerta di oggetti in realtà mai desiderati». Poi, delusi e disillusi, senza più arte né parte, vuoti, poco fiduciosi nel futuro e in pieno «disinvestimento individuale dal lavoro», fiaccati da un «egoismo autoreferenziale e narcisistico», siamo diventati fragili, insicuri, spaesati, apatici, cinici, in preda a «pulsioni sregolate». Appiattiti i riferimenti alti e nobili, il nostro è un popolo «passivamente adattivo», «prigioniero delle influenze mediatiche», condannato al presente «senza profondità di memoria e futuro»."

E per concludere, un riassunto delle puntate precedenti della telenovela Italia: utili per rinfrescare la memoria ai piu' distratti.

Dec 2, 2010

Repubblica copia gli articoli del New York Times

Io sono un lettore abbastanza distratto della versione cartacea dell'International Herald Tribune (che non e' altro che l'edizione internazionale del New York Times) e dell'homepage del sito di Repubblica. Ora, se in sei mesi ho trovato su Repubblica ben due articoli copiati pari pari dal NYT, vuol dire che c'e' qualcosa che non va.

17 Giugno 2010: "
Il detective nel computer" firmato Giulia Belardelli.
Repubblica: "Altro software molto popolare è GadgetTrak 2, realizzato per Mac e pc Windows, ma con versioni "mobili" anche per iPhones, BlackBerry e telefoni Windows Mobile (prezzo, 25 dollari all'anno). Al comando del proprietario il programma si attiva e inizia a scattare fotografie ogni 30 minuti, o in qualsiasi momento il computer non sia in standby."
NYT: "Available for Mac and Windows PCs, with versions for BlackBerrys, iPhones and Windows Mobile phones, all priced at $24.95 a year with multiyear discounts available, GadgetTrak takes a photo of the user with the computer’s Webcam, either every 30 minutes or whenever the computer is awakened from sleep."
Segue -identica sui due articoli- la lista degli altri software recensiti: Laptop Cop, LoJack, Undercover.

30 Novembre 2010: "
La banca e' sempre piu' mobile" firmato Rosalba Castelletti.
Repubblica: "In Pakistan, dove solo il 14% della popolazione ha un conto bancario ed esistono solo 8300 filiali, la più grande rete finanziaria è Telenor, un operatore telefonico norvegese che nel novembre 2008 ha lanciato il servizio di mobile banking Easypaisa (dove "paisa" sta per il centesimo della rupia pachistana) che oggi conta 11mila agenzie indipendenti e 500mila utenti attivi."
NYT: "In Pakistan, where only 14 percent of the people have bank accounts, Telenor introduced mobile banking in November 2008. The service, called Easypaisa (100 paisa equal a Pakistani rupee), now has 500,000 active users who sent transactions worth a combined 5.5 billion rupees, or $64.1 million, in the first quarter of this year."
Devo continuare?

Ora, secondo me queste sono traduzioni di articoli altrui, e poco piu'.
Se non sbaglio, Repubblica offre settimanalmente un inserto a cura del NYT, quindi mi sembra chiaro che c'e' qualche accordo commerciale di collaborazione. Capisco anche che nell'Italia delle corporazioni e dello sfruttamento degli stagisti per ottenere uno straccio di tessera da pubblicista e magari alla fine anche l'iscrizione alla maf... ops all'ordine dei giornalisti si fa di tutto, pero' firmare gli articoli altrui e farli passare come propri e', in una parola, DISONESTO.
Spacciarsi per "giornalisti" mentre in realta' si passa il tempo a fare traduzioni e' un'insulto a chi cerca di farsi il mazzo onestamente per produrre qualcosa di originale e intelligente. E' rubare il posto a chi avrebbe piu' merito. E' prendere in giro i propri lettori, dandosi arie da giornale autorevole per coprire il fatto che invece non siamo altro che la piu' lontana e scalcinata provincia dell'impero.

Non che mi servissero altre ragioni per considerare i mass media italiani un cumulo di spazzatura.