Jan 9, 2012

MACcaroni / day two

Secondo giorno alle prese col Mac nuovo. Oggi ho avuto modo di sperimentare Outlook 2010 in lungo e in largo: nonostante Office For Mac si sia fatto una brutta reputazione, a quanto pare la versione 2010 si può definire stabile e completa; oggi il server Exchange ha cambiato nome e tutti i colleghi che usano Mail sono rimasti senza servizio, mentre Outlook se n'è accorto automaticamente. Mancano però un bel po' di cose:
- le regole: oggi Outlook m'ha detto che "Outlook for mac cannot create or edit server-based rules since it is not managed by exchange 2010 sp1 or later". Il bello è che le regole che avevo creato su Windows continuano a funzionare. Ora che ci penso, potrei accedere ad OWA quando mi servisse creare delle regole: forse da lì si può fare.
- manca l'opzione di salvare automaticamente le mail di risposta nella stessa cartella della mail originaria. Mi era molto utile per archiviare tutte le conversazione. Ma magari c'è qualche opzione tipo Journal che serve allo stesso scopo, vedremo.
- il "move to folder" delle mail funziona meno bene di quello su Windows: non si ricorda automaticamente la cartella dove ho spostato l'ultima mail.
- non c'è l'archive. Dovrò inventarmi qualche regola rocambolesca in locale per evitare che la mailbox superi i limiti imposti dal mail server.
- a quanto pare i vecchi .pst che usavo come "mailbox" separate possono essere importati nel calderone locale di Outlook for Mac. Non ho ben capito se continua a modificare i .pst o no, ma non credo. Da quando ho importato uno dei .pst, m'è arrivata una valanga di Reminder dal passato. Boh: dismiss.


Outlook a parte, ora devo installare le versioni per Mac o trovare i sostituti dei software che ho su Windows:
- PuTTY e un scp client, GUI (SecureCRT costa un miliardo di dollari)
- un ssh server
- un ftp server
- wireshark
- un rss reader
- la Nokia PC Suite :-)


Sophos antivirus l'ho installato, 200 Mega mortacci loro, che ti fan venire la voglia di non metterlo, ma sono sicuro che se non lo metto divento il primo al mondo a prendermi un virus sul Mac.


La mia HP Deskjet l'ha riconosciuta in un attimo e s'è scaricato un fantastilione di mega di driver e tutto è andato liscio. Vedremo con lo scanner.


Due minuti di insulti a li mejo mortacci di Stefano Giobbe comunque ho avuto modo di tirarli lo stesso, visto che ho dovuto mettere una prolunga al cavo usb della stampante perchè non ci arrivava. Mettere una porta usb anche a destra pareva brutto.


Ho comprato l'adattatore USB-seriale e quello presadelmenga-VGA.


Il Remote Desktop Client l'ho installato oggi con Office; rimane il mistero di cosa mi abbia aggiornato ieri.


ITunes non ne vuole sapere di vedere gli album che ho acquistato tramite l'iPad: deludente. Dovrò sincronizzare il coso esplicitamente anche su questo computer.

No comments: