06 mar 2012

Sezionando Wired

Io Wired non so più da che parte pigliarlo. Si assottiglia sempre di più, i contenuti provenienti dall'estero fanno sempre la parte del leone, l'infografica è preponderante, si allunga il brodo con  foto a tutta pagina. Allora oggi ho pensato di pesarlo.
Questo numero di Wired è composto da 153 pagine più una specie di inserto pubblicitario di tre fogli.
Pesa in totale 356 grammi (tolto il cellophane e un foglietto pubblicitario di non so nemmeno cosa visto che l'ho immediatamente gettato nel cestino più vicino una volta scartato il giornale).
L'inserto pubblicitario pesa 20 grammi. La copertina pesa 34 grammi, di cui metà è pubblicità. La pubblicità interna pesa 70 grammi (ovviamente considerando a peso pieno i fogli su cui entrambi i lati sono pubblicitari e a metà peso quelli dove c'è del contenuto su un lato).
Quindi, sono 20 + 17 + 70 = 107 grammi, in pratica il 30% del giornale. Volendo, naturalmente, essere buoni e considerare "contenuti" anche la dozzina di fogli dedicati ai "test" di gadget vari ed eventuali, e senza star lì a fare i precisini su certe pagine francamente inutili che però conto lo stesso come "contenuto".


Senza la "prova bilancia" avrei detto peggio, probabilmente perché l'assalto pubblicitario si concentra a inizio giornale e mi deprime e scoraggia in maniera irrecuperabile. Che tra l'altro, in questo numero, a parte le pagine e pagine dedicate al fenomeno dei video di gattini su youtube, due o tre buoni articoli c'erano anche.


Beh, devo dire che ora mi ritrovo con un mucchietto di fogli stracciati, ma è stata la volta in cui ho letto il giornale con più attenzione finora.

Nessun commento: