Jun 14, 2014

Football-Calcio-Soccer

Oggi ho letto questo articolo intitolato "Loving the other football in land of NFL" che descrive i "nuovi" tifosi di calcio negli Stati Uniti. Diverse cose mi hanno colpito: in primo luogo la sensazione di novità e passione che traspare da questi tifosi che imparano ad amare uno sport che nel nostro continente si è ormai troppo spesso trasformato in spettacolo e che molte persone hanno disimparato ad amare. Provo nostalgia per il tifo sportivo come momento di gioia e comunione, invece di rabbia e rivalità come sembra essere quasi sempre qua da noi.
Negli USA, ovviamente, il fenomeno dei tifosi nasce già commercializzato, e quindi nascono "club" come gli American Outlaws che si occupano, professionalmente, di organizzare i tifosi, i loro cori e le "trasferte". Fa parte della nostra tipica ipocrisia italiana sminuire altezzosamente iniziative di questo genere, in virtù di un supposto individualismo che ci distinguerebbe dai pecoroni d'oltreoceano. Poco importa se poi qui da noi tra società sportive e tifoseria organizzata spesso si instaurano rapporti di reciproco controllo e dipendenza tutt'altro che cristallini: possiamo continuare a far finta di niente.
Per ora, il tifo calcistico USA è ancora completamente pacifico, all'insegna delle grigliate nel parcheggio dello stadio e degli high-five scambiati coi supporter avversari. Anche la terminologia stessa, a ben pensarci, ci dice molte cose: il supporter supporta il proprio team, una condizione ben diversa da chi tifa e quindi, per definizione, è predisposto allo scontro col tifoso dell'altra sponda.
Ma la grande lezione che dovremmo imparare dagli USA -non solo per quello che riguarda il tifo calcistico- continua ad essere quella del melting pot: nonostante il razzismo e la segregazione delle classi e delle etnie siano tutt'altro che sconosciuti negli USA, è sempre vero che "In New York, everybody’s from somewhere else, so there’s a huge connection with European and South American culture [...] the idea was to make it a melting pot". Credo che i profili rappresentati nella foto che accompagnava l'articolo sul giornale valgano più di ogni commento.

We try to make it more American — to incorporate songs from Billy Joel and the Ramones — but right now we’re just focused on including everybody. For the most part, we want to help build the team in this country.
Se allo stadio si inizia a urlare "Hey Ho Let's Go!" ricomincio a seguire il calcio all'istante.

No comments: