06 giu 2014

Ritirarsi si può

Leggevo recentemente una nuova ondata di commenti a proposito dell'Expo 2015 a Milano, ovviamente seguiti alla raffica di arresti che hanno svelato, ancora una volta, come questi Grandi Eventi (e le loro sorelle Grandi Opere) non siano altro che una scusa posticcia grazie alla quale erigere enormi palazzoni e ingenti guadagni illeciti. Qualcuno sollevava ancora il fatto che il nuovo sindaco di Milano avrebbe potuto fare marcia indietro e fermare questa inutile colata di cemento e, forse, anche questa pioggia di bustarelle. Ho il sospetto che queste aspettative siano sempre state completamente campate per aria e, ironicamente, siano state create proprio dalla delirante campagna elettorale della Moratti, che dipingeva un comunistissimo Pisapia intento solo a costruire moschee ed erigere campi nomadi; per reazione, qualcuno ha probabilmente iniziato a credere davvero che un cambiamento fosse possibile: voglio dire, se la Moratti usa le moschee come spauracchio, vuol dire che questo Pisapia fa paura davvero! Ovviamente, nulla di più errato. La colata di cemento è continuata implacabile, le bustarelle hanno continuato a piovere, e i cantieri hanno continuato (iniziato, in certi casi) a lavorare. La posizione di Pisapia sulla questione Expo è, in stile molto italiano, tutta basata sulla bella figura: in primo luogo, dice il comunistissimo, faremo un Expo il cui tema centrale è il cibo, e stiamo collaborando con slowfood, e recupereremo il 54% delle aree a verde e bla bla bla (soprassedendo sul resto dell'iperconsumo di territorio in atto a Milano); in secondo luogo, non potevamo mica fare la figuraccia di fronte al mondo intero di essere la prima nazione che si ritira dall'organizzazione dell'Expo dopo che le è stato assegnato.
Sarebbe il caso di essere un po' più onesti, e chiarire ai cittadini che della bella o brutta figura, nel mondo della finanza e della politica internazionale, non gliene frega un tubo a nessuno. Quello che conta sono i soldi. C'era una penale da pagare per ritirarsi? bastava pagarla e possiamo star certi che nessuno di quelli che avrebbe incassato quei 20 milioni di Euro avrebbe avuto nulla da ridire. Le penali sono lì nei contratti proprio per quello, e solitamente sono sufficientemente salate per far dimenticare, a chi le incassa, qualunque "brutta figura" di chi le ha versate: intaschi i 20 milioni, avanti il prossimo e amici come prima.
Ma anche al di là di questi discorsi, la realtà è che, semplicemente, ritirarsi si può. E chi ha un po' di sale in zucca, quando è il caso, non esita a farlo, come testimonia questo articolo circa le Olimpiadi Invernali del 2022.

Nessun commento: