24 ago 2014

Cosa c'è di sbagliato in Tripadvisor

Ieri ho infine realizzato cosa c'è di sbagliato in Tripadvisor e in tutti questi siti di "recensioni". Il problema è proprio che non sono siti di recensioni. Sono siti dove la gente scrive se gli è piaciuto o no. Una recensione è una cosa diversa, e il danno che stanno facendo questi siti è di far dimenticare questo semplice fatto alla maggioranza della gente.
Tripadvisor, fondamentalmente, è un posto dove il 99% delle persone che lo frequentano si sbizzarriscono a scrivere se si sono trovati bene o male in questo o quel ristorante/albergo/qualunquecosa. Ma la recensione è un'altra cosa: è una descrizione che fornisce al lettore le informazioni necessarie a immaginarsi o almeno farsi un'idea del posto che dovrà visitare, per poi decidere con la propria testa se gli piacerà o meno. Per questo la recensione è scritta da qualcuno che ha la necessaria proprietà di linguaggio e il necessario distacco dall'esperienza specifica per poter invece descrivere il "prodotto" in modo generale.
I siti come Tripadvisor, invece, sono un po' come le classifiche musicali: il fatto che, per fare un esempio, Tiziano Ferro piaccia tantissimo a tantissime persone non mi dà alcuna informazione utile a capire se sia o meno oggettivamente bravo, e nemmeno a capire se a me piacerà o no. Nemmeno il fatto che alla stragrande maggioranza delle persone piaccia una certa cosa ci dice alcunché circa l'effettiva qualità di quella cosa, o circa il mio personale livello di gradimento di essa.
Se una persona che conosco mi dice "guarda, sono andato in quel ristorante e mi sono trovato benissimo!", io saprò, forse, farmi un'idea del mio possibile gradimento, confrontando i miei gusti con quelli del mio amico. Ma se mille estranei mi dicono che si sono trovati malissimo nel posto xyz, cosa ne so in più rispetto a prima?

Nessun commento: