17 gen 2017

Splendido bilocale

Una cosa che ho imparato dai miei colleghi americani e su cui concordo è che "you don't buy the house, you buy the neighborhood", cioè che quando compri casa l'aspetto più importante da considerare non è tanto la casa in sè ma il vicinato, la zona.
Ovviamente qua da noi si fa esattamente l'opposto: sbircio dietro le veneziane sbilenche delle finestre delle case scrostate del centro storico che cade a pezzi e vedo appartamenti tirati a lucido e schermi a 50 pollici.
Oggi mi arriva questo annuncio immobiliare: "Splendido bilocale a Borgio Verezzi". Voglio dire: 45 metri quadri non li definirei "splendidi" nemmeno se fossero ricoperti d'oro.
Fotografie a corredo dell'annuncio: 5 (cinque) della zona giorno, 3 (tre) della zona notte e 3 (TRE) del bagnetto. Il fatto che siamo al mare non vuol dire niente: il mare sappiamo tutti com'è fatto, no? E' quella roba che c'è alla fine di quella striscia piena di sabbia e di bambini urlanti dove si va coi propri bambini urlanti ad agosto trascinandosi il passeggino il materassino paletta e secchiello il camion giocattolo i teli da spiaggia la borsa frigo e gli speaker bluetooth, e si sta attenti a non farsi stirare quando si attraversa l'Aurelia e alla sera si va a mangiare il fritto misto. Quindi di cosa c'è fuori dallo "splendido bilocale" non ce ne frega un tubo e ci mettiamo solo una foto, anzi non facciamo nemmeno la fatica di metterci una foto, ma prendiamo uno screenshot da Google Streetview, questo qua:


Centosettantamila Euro, il sogno di una vita!

Nessun commento: