01 set 2017

La mia esperienza con Windows Phone

Dopo quattro anni di utilizzo di Lumia Windows Phone (con Windows 8 prima e con Windows 10 ora), visto che nonostante sporadiche uscite di nuovi modelli la piattaforma viene data per morta e i fan accaniti sono in attesa di un fantomatico Surface Phonesi possono tirare un po' di somme.
Diciamo subito che è difficile continuare ad amare questa piattaforma. Ciò che mi ci tiene attaccato è l'interfaccia grafica basata sulle "tile", a mio parere anni luce superiore a iOS e Android. Poi ovviamente c'è la suite di prodotti Microsoft: Office, Onedrive e soprattutto i gioielli meno noti come OneNote e OfficeLens, ad esempio. Il resto, purtroppo, è traballante. In primo luogo per la mancanza di app, che spesso non vengono nemmeno sviluppate per questa piattaforma, e quando ci sono spesso sono abbandonate in qualche versione "base" o bacata. I "player" maggiori ci sono ancora (ad esempio Uber), a parte ovviamente Google, in guerra aperta con Microsoft. Però segnali incoraggianti non ce ne sono: ad esempio, con Windows 10 l'app Kindle ha smesso di funzionare.
Qualche zappata sui piedi se l'è data anche la Microsoft, ad esempio con l'abbandono delle mappe e navigazione Here Nokia, dal quale l'app attuale deve ancora riprendersi.
Microsoft offre la possibilità di aderire al programma Insider, grazie al quale poter aggiornare il SO con versioni "preview", che però nel mio caso s'è tramutato in una fonte di infinite complicazioni dal quale sono potuto uscire solo tramite un reset.
Il mio Lumia 830 ha "solo" 1GB di RAM e quindi alcuni dei problemi che inizio a osservare potrebbero anche essere legati alla vetustà dell'apparato - apparentemente nessuno immagina che si possa utilizzare lo stesso telefono per più di un paio d'anni.
L'interazione tra l'app Photos e il resto del sistema è stata spesso problematica, con foto non disponibili alle altre app per lo sharing se non dopo molto tempo (!!), foto che non venivano backuppate su Onedrive, l'app Camera che si impallava, e disastri simili. Quasi tutto sembra essersi risolto con un reset dell'app di Onedrive, ma c'è sempre un po' di suspence quando si scatta una foto.
Anche OneNote ha dato problemi nell'interazione con la Camera e con il synch in generale, ma anche qui con gli ultimi upgrade sembra che la situazione si sia stabilizzata.
Il tasto hardware della fotocamera ha iniziato a essere un po' ballerino, ma qui forse non dovremmo biasimare troppo il telefono, quando l'utilizzo "da battaglia" che ne faccio.
Ogni tanto -raramente- capita ancora che alcune app facciano "i capricci" (Skype che non vuol saperne di farmi loggare, foto scattate che non appaiono), ma uno spegni-riaccendi risolve tutto.
Una caratteristica hardware che mi ha creato dipendenza è la ricarica wireless, alla quale non rinuncerei più.
Insomma, in casa teniamo un telefono Android senza SIM e un iPad2 praticamente inutilizzabile solo per installare le rare app "indispensabili", ma non ho ancora trovato una motivazione così forte da farmi ingoiare le orrende icone di Android o iOS. Quindi, lunga vita a Windows 10.

Nessun commento: