9 feb 2020

The basketball diaries, Jim Carroll

"Oggi a scuola c'è stato il nostro annuale digiuno per il giorno del Ringraziamento a favore dei poveri neri e affamati che ci dicono che sarebbero un po' ovunque nel Sud. Tutti quelli control l'ingiustizia della povertà nel Sud non mangiano in segno di solidarietà. Sono sicuro che interessa un casino a un nero mezzo morto di fame del Mississippi che oggi io ho saltato il pranzo. [...] I gesti simbolici sono certamente gratificanti ma non sono molto nutrienti per nessuno. C'è qualcuno che lo mette nel didietro a tutti gli altri e a se stesso con idee imbecilli come quella messa in pratica oggi. Che fine fanno i piatti che sono stati preparati oggi? Tutto quel tacchino e purè di patate arriverebbe ridotto una schifezza se lo spedissimo nel Sud, anche fosse per posta aerea. Sarebbe stato interessante far notare che ci sono un casino di poveracci affamati anche in Columbus Avenue, tutta gente che non avrebbe sputato su un pasto gratis. Alcuni di loro però sono dei tossici e via dicento e senza dubbio avrebbero ridotto la mensa un casino bestiale, che poi le nere che vengono a fare le pulizie avrebbero sudato sette camicie a pulire tutto. Propongo che domani qualcuno sbatta simbolicamente una coscia di tacchino rinsecchita del pasto di oggi su per il culo di quella persona così umana che ha avuto la pensata di organizzare questa farsa."

1 feb 2020

Il libro degli esseri a malapena immaginabili, Caspar Henderson

"A seconda delle circostanze, i delfini possono emettere da otto a duemila click al secondo [...] e non inviano mai un nuovo click prima che sia tornato il precedente. I click e gli squittii possono localizzare un oggetto lontano chilometri, ma anche penetrare nella pelle di un essere umano o di un delfino a pochi metri di distanza e "vedere" on cuore che batte o i movimenti di un feto nell'utero."

"La selezione naturale ... è incommensurabilmente superiore ai deboli sforzi umani quanto le opere della natura lo sono rispetto alle opere d'arte" (Charles Darwin, L'origine delle specie.

"La tendenza a non credere alle storie di opulenza dei tempi passati è un fenomeno oggi ben conosciuto, noto come "sindrome da slittamento della linea di riferimento". Prendiamo come linea di riferimento, o parametro, l'abbondanza, la varietà e le dimensioni di animali e di altri organismi che abbiamo conosciuto nella giovinezza, e presumiamo che il mondo sia sempre stato così. A mano a mano che nel corso delle generazioni le risorse naturali diminuiscono, ai più giovani le "linee di riferimento" dei più anziani cominciano a sembrare tutte frottole."

"Nel 1995, macellando una balena franca della Groenlandia, un equipaggio di balienieri inupiat di Wainwright, in Alaska, ha trovato nel grasso dell'animale due punte d'arpione in pietra - un materiale non più usato a tale scopo da oltre un secolo".